ATER: le nuove richieste di rimborso imu al vaglio dei Comuni


Negli ultimi mesi diverse aziende territoriali per l’edilizia residenziale hanno presentato ai comuni istanza di rimborso dell’IMU versata in eccesso per l’anno 2012 adducendo tre ragioni: il diritto alla restituzione della quota Stato in quanto, come da indicazioni legislative, non è dovuta; il rimborso per  il conteggio errato della detrazione; la restituzione della quota Comune versata in eccesso rispetto all’aliquota prevista per l’abitazione principale. Il tema è complesso e ci riporta alle numerose vicende normative dell’articolo 13 del DL 201/2011 e che hanno riguardato anche l’edilizia residenziale pubblica, trattata nel comma 10, con rinvio alla fattispecie indicata nella disciplina ICI all’articolo 8 comma 4 d lgs 504/92 “ 4. Le  disposizioni  di  cui  al  presente  articolo si applicano anche alle  unità immobiliari,   appartenenti  alle  cooperative  edilizie  a  proprietà  indivisa, adibite  ad  abitazione  principale  dei  soci  assegnatari, nonché  agli alloggi  regolarmente  assegnati  dagli  Istituti  autonomi  per  le case  popolari.  Il primo dubbio che emerse con la pubblicazione del decreto si riferiva all’aliquota da applicare per il calcolo dell’IMU sugli immobili ATER assegnati. L’azienda territoriale affermava, come continua ad affermare, che l’aliquota è quella agevolata prevista per l’abitazione principale; i comuni sostengono invece che essendo la proprietà di un soggetto diverso da […]

Attenzione!
Per visualizzare il contenuto dell'articolo è necessario essere autenticati!

Per accedere fai click qui
Se non sei abbonato clicca qui per richiedere l'attivazione di un utenza

NOVITÀ

CONVEGNO

I tributi
locali nel 2017

24 marzo 2017


Consulta la
Cartella Stampa
e gli Atti »

CONVEGNO

IL BES NEL DEF

20 giugno 2017


Per informazioni »

CODICE TRIBUTARIO

GIUSTIZIA TRIBUTARIA

ATTI DEL CONVEGNO

"VERIFICHE FISCALI :
manuale di sopravvivenza"




Consulta il materiale

CODICE ISBN:
9788860271068

ACQUISTA