Decide il giudice tributario sulla restituzione dei canoni per la collocazione di impianti pubblicitari


Il TAR TOSCANA SEZ. I – con la sentenza n. 438/2017 ha preso in esame il ricorso di una società pubblicitaria avverso il provvedimento del Comune di Firenze di diniego alla restituzione di un pagamento non dovuto per il CIMP (Canone per la installazione di mezzi pubblicitari) di cui all’art. 62 del d.lgs. n.446/1997. Il Comune ha eccepito il difetto di giurisdizione nella considerazione che il canone in oggetto riveste la natura tributaria, per cui rientra nella competenza delle Commissioni Tributarie la questione del rimborso. Il TAR ha rilevato che il petitum sostanziale  è costituito dall’azione di ripetizione del canone che la società reputa di avere versato al Comune in misura eccedente rispetto al dovuto, a seguito della dichiarata illegittimità delle tariffe. Ne consegue che la giurisdizione spetta al giudice tributario ai sensi dell’art. 19, c. 1, lettera g) del d.lgs. n. 546/1992. Non ha ritenuto fondata la pretesa del riconoscimento della competenza  del giudice amministrativo poiché non si tratta di impugnativa del Regolamento o di delibera comunale di determinazione delle tariffe, bensì dell’obbligo di restituzione da parte del Comune della somma indebitamente riscossa. Sulla natura tributaria del canone, il TAR ha fatto richiamo alla sentenza n. 141/2009 della Corte Costituzionale […]

Attenzione!
Per visualizzare il contenuto dell'articolo è necessario essere autenticati!

Per accedere fai click qui
Se non sei abbonato clicca qui per richiedere l'attivazione di un utenza

NOVITÀ

SEMINARIO

"Tra Corse e Ricorsi
fai Strada alla Legalità"

28 marzo 2018


Per informazioni »

CONVEGNO

I tributi
locali nel 2017

24 marzo 2017


Consulta la
Cartella Stampa
e gli Atti »

CODICE TRIBUTARIO

GIUSTIZIA TRIBUTARIA

ATTI DEL CONVEGNO

"VERIFICHE FISCALI :
manuale di sopravvivenza"




Consulta il materiale

CODICE ISBN:
9788860271068

ACQUISTA