Il MEF può impugnare le delibere comunali fuori termini per le modifiche ai tributi


Il MEF ha proposto appello al Consiglio di Stato avverso la sentenza del TAR FRIULI che ha dichiarato inammissibile il ricorso in primo grado per l’annullamento delle deliberazioni adottate dal Comune di Mariano del Friuli in data 16 ottobre 2015, contenenti modifiche alla disciplina dell’IUC ed alle tariffe della TARI e della TASI per l’anno 2015. Il Consiglio di Stato, con la sentenza n. 04104/2017 della Sez. V, ha ritenuto erronea la statuizione del TAR circa l’ammissibilità del ricorso in quanto l’art. 52, comma 4, del decr. legisl. n.446/1997 prevede testualmente che il Ministero dell’Economia e delle Finanze “può impugnare i regolamenti sulle entrate per vizi di legittimità avanti agli organi di giustizia amministrativa”, legittimazione che spetta ex lege e prescinde, oltre che dalla titolarità di una posizione giuridica differenziata in capo al Ministero, anche dalla esistenza di una lesione attuale e concreta alle prerogative del Ministero o agli specifici interessi istituzionali di cui lo stesso risulti portatore. Nel caso in questione, il MEF ha impugnato le deliberazioni deducendone la illegittimità in quanto adottate in violazione del termine di cui all’art. 1, comma 169, della L. n.296/2006(L. finanziaria per il 2007), disposizione che prevede per gli enti locali l’obbligo di […]

Attenzione!
Per visualizzare il contenuto dell'articolo è necessario essere autenticati!

Per accedere fai click qui
Se non sei abbonato clicca qui per richiedere l'attivazione di un utenza

NOVITÀ

SEMINARIO

"Tra Corse e Ricorsi
fai Strada alla Legalità"

28 marzo 2018


Per informazioni »

CONVEGNO

I tributi
locali nel 2017

24 marzo 2017


Consulta la
Cartella Stampa
e gli Atti »

CODICE TRIBUTARIO

GIUSTIZIA TRIBUTARIA

ATTI DEL CONVEGNO

"VERIFICHE FISCALI :
manuale di sopravvivenza"




Consulta il materiale

CODICE ISBN:
9788860271068

ACQUISTA