La misura dell’ecotassa regionale della Puglia contestata dai Comuni del Salento


Una corposa sentenza del TAR LECCE (n.305/2018) ha accolto il ricorso proposto da un gruppo di Comuni del Salento avverso i provvedimenti della Regione Puglia e della Provincia di Lecce aventi ad oggetto l’applicazione dell’ecotassa nella misura massima, ignorando la disposizione dell’art. 3, comma 40, della Legge n. 549/1995 la quale prevede che “per i rifiuti smaltiti negli impianti di incenerimento senza recupero di energia, per gli scarti e per i sovvalli di impianti di selezione automatica, riciclaggio e compostaggio, il tributo sia dovuto nella misura del venti per cento”. Il procedimento era stato avviato dai suddetti Comuni con un Ricorso Straordinario al Capo dello Stato, trasferito al TAR (a seguito della opposizione della provincia di Lecce) che respingeva la sospensiva, ed il Consiglio di Stato in sede di appello dei Comuni, riformava la decisione, a seguito della quale la Regione Puglia emetteva un nuovo provvedimento, confermando la misura massima ed applicando solo per alcuni Comuni le premialità previste dalla legislazione regionale in funzione delle percentuali di raccolta differenziata raggiunte, e negandole ad altri. I Comuni hanno, quindi, prodotto ricorso anche contro tali nuove determinazioni della Regione, contestando la legittimità delle stesse, sollevando anche il sospetto di incostituzionalità della Legge […]

Attenzione!
Per visualizzare il contenuto dell'articolo è necessario essere autenticati!

Per accedere fai click qui
Se non sei abbonato clicca qui per richiedere l'attivazione di un utenza

NOVITÀ

SEMINARIO

"Tra Corse e Ricorsi
fai Strada alla Legalità"

28 marzo 2018


Per informazioni »

CONVEGNO

I tributi
locali nel 2017

24 marzo 2017


Consulta la
Cartella Stampa
e gli Atti »

CODICE TRIBUTARIO

GIUSTIZIA TRIBUTARIA

ATTI DEL CONVEGNO

"VERIFICHE FISCALI :
manuale di sopravvivenza"




Consulta il materiale

CODICE ISBN:
9788860271068

ACQUISTA