L’area portuale è idonea a produrre rifiuti ed è assoggettabile alla TARSU


La spa PORTO DI CARRARA ha proposto ricorso per Cassazione avverso la sentenza della CTR Firenze che aveva riformato la sentenza della CTP di Massa (favorevole alla contribuente) relativa ad un AVVISO DI ACCERTAMENTO TARSU del Comune di Carrara per una superficie di mq 6150. Le censure mosse alla sentenza impugnata riguardano: l’errata valutazione circa la sussistenza dei presupposti impositivi, che avrebbe dovuto comportare l’onere della prova a carico del Comune; l’omesso esame di fatti decisivi per il giudizio, quali la circostanza che l’area fosse priva di una recinzione; l’ubicazione nella stessa di un LUNA PARK; il libero accesso all’area da parte degli autotrasportatori delle Agenzie Marittime senza previa autorizzazione della società e senza il pagamento di alcuna tariffa; il mancato riconoscimento del fatto che la società non poteva essere gravata dal tributo non avendo beneficiato del servizio di smaltimento, circostanza, questa, che avrebbe indotto a sollevare una questione di legittimità di alcune norme del decr. legisl. n. 507/1993. La Suprema Corte, Sez. VI Civile, con l’Ordinanza n.3009/2018, pubblicata il 7 febbraio 2018, ha affermato in primo luogo che correttamente la CTR ha riconosciuto nel caso in esame la esistenza della presunzione legale di produzione dei rifiuti, che può essere […]

Attenzione!
Per visualizzare il contenuto dell'articolo è necessario essere autenticati!

Per accedere fai click qui
Se non sei abbonato clicca qui per richiedere l'attivazione di un utenza

NOVITÀ

CONVEGNO

I tributi
locali nel 2017

24 marzo 2017


Consulta la
Cartella Stampa
e gli Atti »

CONVEGNO

IL BES NEL DEF

20 giugno 2017


Per informazioni »

CODICE TRIBUTARIO

GIUSTIZIA TRIBUTARIA

ATTI DEL CONVEGNO

"VERIFICHE FISCALI :
manuale di sopravvivenza"




Consulta il materiale

CODICE ISBN:
9788860271068

ACQUISTA