Le agevolazioni ICI per gli immobili di interesse artistico solo se sottoposti a vincoli diretti


La CTP di Roma aveva annullato l’AVVISO DI ACCERTAMENTO ICI 2001/2003 emesso dal Comune di Roma per un immobile prospiciente la Fontana di Trevi ed aveva riconosciuto il carattere storico ed artistico dello stesso con la conseguente applicazione dell’agevolazione di cui all’art. 2, c. 3, del D.L. n. 16/1993, convertito nella L. n. 75/1993. La CTR LAZIO aveva accolto l’appello del Comune di Roma sostenendo che gli immobili in questione erano sottoposti al vincolo indiretto di cui all’art. 21 della Legge n. 1089/1939, mentre l’agevolazione ICI concerneva i soli immobili classificasti come BENI DI INTERESSE CULTURALE DIRETTO ai sensi dell’art. 3 della Legge n,1089/1939. Sul ricorso per cassazione proposto dalla contribuente, La Suprema Corte, Sezione V Civile, con la sentenza n.1695/2018, pubblicata il 24 gennaio 2018, ha ritenuto in primo luogo infondata l’eccezione di inammissibilità perché l’esposizione dei fatti di causa e delle norme di diritto a sostegno appaiono sufficienti per la comprensione del thema decidendum. E’ stata altresì dichiarata non pertinente la connessione sostenuta dalla contribuente ad una sentenza della CTP di Roma, ritenendo la Corte di uniformarsi al principio di legittimità (sent. N.10960/2010) secondo cui la sentenza che dichiara cessata la materia del contendere è di carattere meramernte […]

Attenzione!
Per visualizzare il contenuto dell'articolo è necessario essere autenticati!

Per accedere fai click qui
Se non sei abbonato clicca qui per richiedere l'attivazione di un utenza

NOVITÀ

CONVEGNO

I tributi
locali nel 2017

24 marzo 2017


Consulta la
Cartella Stampa
e gli Atti »

CONVEGNO

IL BES NEL DEF

20 giugno 2017


Per informazioni »

CODICE TRIBUTARIO

GIUSTIZIA TRIBUTARIA

ATTI DEL CONVEGNO

"VERIFICHE FISCALI :
manuale di sopravvivenza"




Consulta il materiale

CODICE ISBN:
9788860271068

ACQUISTA