Legittima la gara del Comune per la selezione del socio privato della società mista unitamente all’affidamento del servizio pubblico ambientale


La procedura di gara indetta dal Comune di Teramo per la selezione del socio privato della società mista affidataria della gestione dei servizi ambientali, della segnaletica stradale, della verifica degli impianti termici e della manutenzione del verde pubblico, è stata impugnata in appello dinanzi al Consiglio di Stato per la riforma della sentenza del TAR ABRUZZO che aveva dichiarato non applicabile “ratione temporis” la disciplina di cui all’articolo 5 del D.lgs. n. 175/2016, in quanto l’obbligo di motivazione specifica era previsto non per il bando indetto per la selezione del socio privato ma per la scelta discrezionale operata dal Comune “a monte” del modello organizzativo della società mista per la gestione di determinati servizi pubblici. Il Consiglio di Stato, con la sentenza n. 655/2018, ha ritenuto che gli atti del Comune che hanno preceduto l’indizione della gara si pongono in funzione attuativa del piano di razionalizzazione delle società partecipate, ai sensi della Legge n. 190/2014 ed esulano, quindi, dall’applicazione degli adempimenti previsti nell’art. 5 del D.lgs. n. 175/2016. Ha anche affermato la esistenza di una sostanziale equiparazione tra gara per l’affidamento del servizio pubblico e gara per la scelta del socio privato “operativo”, per cui la procedura del Comune risulta […]

Attenzione!
Per visualizzare il contenuto dell'articolo è necessario essere autenticati!

Per accedere fai click qui
Se non sei abbonato clicca qui per richiedere l'attivazione di un utenza

NOVITÀ

SEMINARIO

"Tra Corse e Ricorsi
fai Strada alla Legalità"

28 marzo 2018


Per informazioni »

CONVEGNO

I tributi
locali nel 2017

24 marzo 2017


Consulta la
Cartella Stampa
e gli Atti »

CODICE TRIBUTARIO

GIUSTIZIA TRIBUTARIA

ATTI DEL CONVEGNO

"VERIFICHE FISCALI :
manuale di sopravvivenza"




Consulta il materiale

CODICE ISBN:
9788860271068

ACQUISTA