Legittimo l’affidamento in house del servizio di gestione rifiuti


Una società mista pubblico-privata (SAVN srl), che gestisce i servizi di igiene ambientale nel territorio dei comuni della provincia di Treviso, ha impugnato dinanzi al TAR VENETO la deliberazione con la quale il CONSIGLIO DELL’UNIONE MONTANA AGORDINA ha deciso di affidare in via diretta ad una propria società in house (VALPE AMBIENTE srl) il servizio pubblico locale di gestione dei rifiuti nel territorio della medesima UNIONE, nonché gli accordi a sua volta stipulati dalla VOLPE AMBIENTE con altri soggetti per lo svolgimento del servizio, in violazione delle norme di contenuto regionale, dell’art, 5, c. 6, del D. Lgs. n. 50/2016, del Codice dei contratti pubblici e della Legge n. 24171990. Impugnato inoltre l’accordo di cooperazione intervenuto tra UNIONE MONTANA, CONSIGLIO DI BACINO PRIULA, COMUNE DI SEDICO e CONTARINA spa. Il Collegio, con la sentenza n.00493/2017, ha ritenuto in primo luogo infondato il motivo del mancato coinvolgimento del CONSIGLIO di BACINO da parte dell’UNIONE MONTANA, poiché smentito dalla documentazione in atti. Per quanto riguarda l’accordo di cooperazione, il TAR ha riconosciuto in capo alle amministrazioni partecipanti il requisito soggettivo previsto dall’art. 5, c. 6, del D. Lgs. n. 50/2017 e la sussistenza delle ragioni di interesse pubblico a base dell’accordo, tenendo […]

Attenzione!
Per visualizzare il contenuto dell'articolo è necessario essere autenticati!

Per accedere fai click qui
Se non sei abbonato clicca qui per richiedere l'attivazione di un utenza

NOVITÀ

SEMINARIO

"Tra Corse e Ricorsi
fai Strada alla Legalità"

28 marzo 2018


Per informazioni »

CONVEGNO

I tributi
locali nel 2017

24 marzo 2017


Consulta la
Cartella Stampa
e gli Atti »

CODICE TRIBUTARIO

GIUSTIZIA TRIBUTARIA

ATTI DEL CONVEGNO

"VERIFICHE FISCALI :
manuale di sopravvivenza"




Consulta il materiale

CODICE ISBN:
9788860271068

ACQUISTA