L’Iva sulla T.I.A. è stata davvero un errore?


Qualche riflessione sulla sentenza della Corte di Cassazione Sezioni Unite n. 5078 del 16 marzo 2016. Con una recente pronuncia a Sezioni Unite la Corte di Cassazione ha inteso por fine ad una questione, quella dell’assoggettamento o meno della tariffa rifiuti (cd. T.I.A.1) all’imposta sul valore aggiunto, che aveva nel tempo contrapposto le sue sezioni I e V: mentre in tema di crediti privilegiati, infatti, la I sezione aveva più volte sancito l’irrilevanza ai fini I.v.a. dell’eventuale natura tributaria del prelievo sui rifiuti (Cass. n. 5297/2009, n. 5298/2009 e 5299/2009; Cass. n. 12006/2012, n. 12007/2012; Cass. 17768/2012; Cass. 17994/2012), la V sezione aveva invece costantemente statuito la non debenza dell’I.v.a. proprio muovendo dalla natura tributaria (anche) della tariffa rifiuti sostitutiva della Ta.r.s.u. (Cass. 3293/2012; Cass. n. 3756/2012, Cass. 5831/2012). La posizione della V sezione veniva poi avallata nel 2015 anche dalla VI sezione del nostro supremo Giudice con la sentenza n. 4723. Più precisamente, il nostro Supremo Giudice ritiene che l’I.v.a. sulla T.I.A. non sia dovuta per la mancanza di entrambi i presupposti richiesti in tale materia, l’uno in positivo (la sussistenza di un rapporto tra prestazione imponibile e suo corrispettivo: cd. elemento oggettivo) e l’altro in negativo (non costituire […]

Attenzione!
Per visualizzare il contenuto dell'articolo è necessario essere autenticati!

Per accedere fai click qui
Se non sei abbonato clicca qui per richiedere l'attivazione di un utenza

NOVITÀ

SEMINARIO

"Tra Corse e Ricorsi
fai Strada alla Legalità"

28 marzo 2018


Per informazioni »

CONVEGNO

I tributi
locali nel 2017

24 marzo 2017


Consulta la
Cartella Stampa
e gli Atti »

CODICE TRIBUTARIO

GIUSTIZIA TRIBUTARIA

ATTI DEL CONVEGNO

"VERIFICHE FISCALI :
manuale di sopravvivenza"




Consulta il materiale

CODICE ISBN:
9788860271068

ACQUISTA