Niente ICI per l’immobile pubblico nella fase di attività preparatorie per le finalità istituzionali


Di particolare interesse il giudizio della Corte di Cassazione nella controversia fra il Comune di Milano, che ha notificato un AVVISO DI ACCERTAMENTO ICI 2011 alla Città Metropolitana di Milano, proprietaria di un immobile che la CTR Lombardia aveva ritenuto esente per effetto dell’art. 7, comma 1, lettera a) del decr. legisl. n. 504/1992, malgrado, ad avviso del Comune, non fosse stato dall’ente contribuente utilizzato direttamente per lo svolgimento di fini istituzionali. La Suprema Corte, con l’Ordinanza n. 28684/2017, pubblicata il 20 novembre 2017, ha rigettato il ricorso del Comune, ritenendo di uniformarsi all’orientamento costante della giurisprudenza di legittimità, secondo cui “in tema di ici, l’esenzione prevista dall’articolo 7, comma 1. Lettera a), del decr. legisl. n. 504/1992, a favore degli enti pubblici ivi indicati, spetta non soltanto se l’immobile, destinato esclusivamente ai compiti istituzionali, sia direttamente ed immediatamente impiegato per il loro svolgimento, ma anche ove lo stesso si trovi nella fase in cui vengono espletate le necessarie attività preparatorie , quali l’ottenimento di permessi o concessioni o l’indizione di gare di appalto”. La situazione in questione infatti, secondo la Corte, si inquadra proprio nella fattispecie oggetto del citato principio in quanto la CTR aveva, con accertamento compiutamente motivato, […]

Attenzione!
Per visualizzare il contenuto dell'articolo è necessario essere autenticati!

Per accedere fai click qui
Se non sei abbonato clicca qui per richiedere l'attivazione di un utenza

NOVITÀ

SEMINARIO

"Tra Corse e Ricorsi
fai Strada alla Legalità"

28 marzo 2018


Per informazioni »

CONVEGNO

I tributi
locali nel 2017

24 marzo 2017


Consulta la
Cartella Stampa
e gli Atti »

CODICE TRIBUTARIO

GIUSTIZIA TRIBUTARIA

ATTI DEL CONVEGNO

"VERIFICHE FISCALI :
manuale di sopravvivenza"




Consulta il materiale

CODICE ISBN:
9788860271068

ACQUISTA