Potestà delle Regioni in materia di riscossione delle entrate


POTESTA’ DELLE REGIONI IN MATERIA DI RISCOSSIONE DELLE ENTRATE: RUOLO E INGIUNZIONE EX RD.639/1910 Di Alessio Foligno e Nicola Ricciardi La normativa vigente consente alla Regione di potersi avvalere di una duplicità di strumenti per riscuotere le proprie entrate tributarie e patrimoniali. In merito alla possibilità per la Regione, quale Ente Territoriale, di emettere atti ex R.D. 639/1910  – titoli esecutivi di natura amministrativa – pare non sussistano dubbi, in ragione della potestà di imperio attribuita e riconosciuta all’Ente stesso relativamente ai tributi propri e alle proprie entrate patrimoniali, ed egualmente la normativa di riforma del Servizio Nazionale della Riscossione e cioè l’art. 3 del D.L. 203/2005 convertito in L. 248/2005 consente alle Regioni di iscrivere a ruolo le proprie entrate giovandosi delle disposizioni di cui al D.P.R. 602/1973 per il tramite degli Agenti della Riscossione. In merito bisogna però  rilevare  che la Regione non è un Ente Locale ma un Ente Territoriale e conseguentemente, proprio per tale ragione,  è legittimata ad emettere atti di ingiunzione  e ad avvalersi della successiva procedura esecutiva prevista dal R.D. 639/1910 ma non potrà invece utilizzare , a seguito della notifica dell’ingiunzione, le disposizioni, in quanto compatibili, del titolo secondo del D.P.R. 602/1973 espressamente […]

Attenzione!
Per visualizzare il contenuto dell'articolo è necessario essere autenticati!

Per accedere fai click qui
Se non sei abbonato clicca qui per richiedere l'attivazione di un utenza

NOVITÀ

CONVEGNO

I tributi
locali nel 2017

24 marzo 2017


Consulta la
Cartella Stampa
e gli Atti »

CONVEGNO

IL BES NEL DEF

20 giugno 2017


Per informazioni »

CODICE TRIBUTARIO

GIUSTIZIA TRIBUTARIA

ATTI DEL CONVEGNO

"VERIFICHE FISCALI :
manuale di sopravvivenza"




Consulta il materiale

CODICE ISBN:
9788860271068

ACQUISTA