Consulente lento risarcisca i danni


          CORTE DI CASSAZIONE. Sentenza n.8508 dell’8.04.2013 Responsabilità civile – Responsabilità del consulente fiscale – Mancata impugnazione dell’atto impositivo – Risarcimento – Sussiste. Il consulente fiscale che restituisce fuori tempo massimo la documentazione al cliente necessaria per impugnare l’atto impositivo è tenuto al risarcimento del danno.   Lo ha stabilito la Cassazione, con la sentenza n. 8508 dell’8 aprile 2013, che peraltro sottolinea che: “… E’ del tutto preliminare rilevare, come eccepito dal controricorrente, l’inammissibilità dell’impugnazione per decorrenza del termine di impugnazione di cui all’art. 327 c.p.c.    L’art. 327 c.p.c. stabilisce che, indipendentemente dalla notificazione, le impugnazioni ivi previste non possono proporsi dopo un anno dalla pubblicazione della sentenza e, quindi, dal suo deposito in cancelleria e non già dalla comunicazione che dì tale deposito dà il cancelliere alle parti ai sensi dell’art. 133, secondo comma, c.p.c.”.  A cura di Redazione Fonte: teleconsul.it

Attenzione!
Per visualizzare il contenuto dell'articolo è necessario essere autenticati!

Per accedere fai click qui
Se non sei abbonato clicca qui per richiedere l'attivazione di un utenza

NOVITÀ

SEMINARIO

"Tra Corse e Ricorsi
fai Strada alla Legalità"

28 marzo 2018


Per informazioni »

CONVEGNO

I tributi
locali nel 2017

24 marzo 2017


Consulta la
Cartella Stampa
e gli Atti »

CODICE TRIBUTARIO

GIUSTIZIA TRIBUTARIA

ATTI DEL CONVEGNO

"VERIFICHE FISCALI :
manuale di sopravvivenza"




Consulta il materiale

CODICE ISBN:
9788860271068

ACQUISTA