CTP MILANO sentenza n. 6087/21/14 del 24/06/14


AVVISO DI ACCERTAMENTO – AGENZIA DELLE DOGANE – NOTIFICA A MEZZO PEC – INESISTENZA È inesistente la notifica di un avviso di rettifica della dichiarazione doganale, trasmesso dall’Agenzia delle Dogane e dei monopoli a mezzo posta elettronica certificata: tale modalità di notifica non può essere parificata alla notifica per posta. Lo ha stabilito la Commissione tributaria provinciale di Milano, nella sentenza n. 6087/21/14 del 24 giugno 2014. Una notificazione – ricorda la CTP – può dirsi giuridicamente inesistente quando il relativo atto esce completamente dallo schema legale degli atti di notificazione, ossia quando difettano totalmente gli elementi caratterizzanti che consentono la qualificazione di atto sostanzialmente conforme al modello legale delle notificazioni. Se non espressamente prevista da una norma, deve ritenersi che la notifica a mezzo PEC esca fuori dal modello legale delle notificazioni e nessuna norma autorizza che possa avvenire la notifica di un accertamento e/o di una rettifica a mezzo PEC. Trattandosi di inesistenza della notifica – e non di nullità – non può nemmeno trovare applicazione la sanatoria dell’eventuale vizio a seguito della proposizione del ricorso. ALLEGATO Sentenza – pdf »

Attenzione!
Per visualizzare il contenuto dell'articolo è necessario essere autenticati!

Per accedere fai click qui
Se non sei abbonato clicca qui per richiedere l'attivazione di un utenza

NOVITÀ

SEMINARIO

"Tra Corse e Ricorsi
fai Strada alla Legalità"

28 marzo 2018


Per informazioni »

CONVEGNO

I tributi
locali nel 2017

24 marzo 2017


Consulta la
Cartella Stampa
e gli Atti »

CODICE TRIBUTARIO

GIUSTIZIA TRIBUTARIA

ATTI DEL CONVEGNO

"VERIFICHE FISCALI :
manuale di sopravvivenza"




Consulta il materiale

CODICE ISBN:
9788860271068

ACQUISTA