La TARI va calcolata sull’ottanta per cento della superficie catastale


In esito all’interpello presentato dal contribuente circa le modalità di determinazione della superficie catastale di un immobile ai fini del calcolo della TARI, l’Agenzia delle Entrate, con la risposta n. 306 del 2019, ha osservato che dall’atto di aggiornamento DOCFA risulta che la superficie catastale totale del caso in esame è pari a mq 191, mentre l’istanza del contribuente intesa a dimostrare una superficie pari a mq 143, non tiene conto di parte dei balconi, terrazze e simili di pertinenza dell’unità immobiliare e della superficie dell’area scoperta o a questa assimilabile, elementi che contribuiscono a determinare la superficie catastale totale secondo le previsioni dell’Allegato C) al DPR n. 1381/1998 in mq 191, considerando che la somma dei valori c.d. ponderati (cioè, dei vani accessori a servizio indiretto dei vani principali, nonché balconi, terrazze e simili ed aree scoperte)non può superare il 50 per cento della superficie dei vani principali. Pertanto, sommando alla superficie di mq 127 risultante dalla planimetria il suddetto 50 per  cento (pari a mq 64)  ne risulta  una superficie totale di mq 191. Con l’occasione, il MEF ha ricordato che sul tema della superficie assoggettabile alla TARI, l’art. 1, comma 643 della Legge n. 147/2913, prevedeva che […]

Attenzione!
Per visualizzare il contenuto dell'articolo è necessario essere autenticati!

Per accedere fai click qui
Se non sei abbonato clicca qui per richiedere l'attivazione di un utenza

NOVITÀ

SEMINARIO

"Tra Corse e Ricorsi
fai Strada alla Legalità"

28 marzo 2018


Per informazioni »

CONVEGNO

I tributi
locali nel 2017

24 marzo 2017


Consulta la
Cartella Stampa
e gli Atti »

CODICE TRIBUTARIO

GIUSTIZIA TRIBUTARIA

ATTI DEL CONVEGNO

"VERIFICHE FISCALI :
manuale di sopravvivenza"




Consulta il materiale

CODICE ISBN:
9788860271068

ACQUISTA