Le disposizioni sull’attività di controllo delle quote inesigibili del ruolo non si applicano  alle c.d. “SOCIETA’ SCORPORATE”


Con riferimento a tre giudizi promossi dalla società di riscossioni SOGET spa avverso il diniego dell’ente creditore Comune di Teramo al discarico di quote iscritte a ruolo ed affidate alla stessa, la Sezione regionale per l’Abruzzo della Corte dei Conti ha sollevato la questione di legittimità costituzionale dell’art. 1, comma 687, della Legge Finanziaria 2015, n. 190/2014, la quale stabilisce che il controllo delle quote di inesigibilità delle quote affidate agli AGENTI DELLA RISCOSSIONE dall’uno gennaio 2000 al 31/12/2017 può essere avviato solo decorsi i termini previsti dalla stessa legge, anche con riguardo alle comunicazioni presentate anteriormente alla data di entrata in vigore della stessa, e che le quote inesigibili di valore inferiore o pari a 300 euro non sono assoggettate al controllo di cui all’art. 119 del decr. legisl. n. 112/1999. Tali norme, secondo la Corte dei Conti, porrebbero in palese contrasto  con gli articoli 3, 24, 63, 81, 97, 102, 103, 111 della Costituzione per la irragionevolezza sia della previsione di un periodo di sospensione della definizione dei rapporti tra ente creditore e agente della riscossione, sia della sottrazione al controllo delle quote affidate di valore inferiore ai 300 euro, in contrasto anche con l’art. 53 Cost. poiché […]

Attenzione!
Per visualizzare il contenuto dell'articolo è necessario essere autenticati!

Per accedere fai click qui
Se non sei abbonato clicca qui per richiedere l'attivazione di un utenza

NOVITÀ

SEMINARIO

"Tra Corse e Ricorsi
fai Strada alla Legalità"

28 marzo 2018


Per informazioni »

CONVEGNO

I tributi
locali nel 2017

24 marzo 2017


Consulta la
Cartella Stampa
e gli Atti »

CODICE TRIBUTARIO

GIUSTIZIA TRIBUTARIA

ATTI DEL CONVEGNO

"VERIFICHE FISCALI :
manuale di sopravvivenza"




Consulta il materiale

CODICE ISBN:
9788860271068

ACQUISTA