L’obbligo di adeguata motivazione del riclassamento catastale ribadito dalla Cassazione


La Corte di Cassazione è intervenuta nuovamente a pronunciarsi sulla revisione del classamento catastale, confermando che il provvedimento adottato ai sensi dell’art.  1, comma 335 della Legge n. 311 del 2004, deve essere adeguatamente motivato e non è sufficiente affermare che l’unità immobiliare è compresa in una delle microzone nelle quali si è registrata una consistente rivalutazione del patrimonio immobiliare e della redditività a seguito della riqualificazione urbana per effetto dello sviluppo delle attività commerciali  e della presenza significativa di abitazioni ultrapopolari. La CTR di Roma aveva accolto l’appello dell’Agenzia delle Entrate/Territorio avverso la sentenza della CTP che aveva annullato  l’AVVISO DI ACCERTAMENTO contenente il riclassamento da categoria A/10 classe 1, a categoria A/10 classe 5,  ritenendo legittimo il provvedimento  data la sussistenza dei presupposti di legge che giustificavano la revisione stessa. Sul ricorso del contribuente avverso la decisione della CTR, la Corte di Cassazione, SEZ, V CIVILE, con la sentenza n. 22671 del 2019,  ha ricordato in primo luogo che nel nostro ordinamento esistono tre ipotesi di revisione del classamento di un immobile urbano su iniziativa dell’Amministrazione comunale: la revisione prevista dall’art. 3, comma 58, della Legge n. 663/1996, richiesta dal Comune per le incongruità del classamento rispetto a […]

Attenzione!
Per visualizzare il contenuto dell'articolo è necessario essere autenticati!

Per accedere fai click qui
Se non sei abbonato clicca qui per richiedere l'attivazione di un utenza

NOVITÀ

SEMINARIO

"Tra Corse e Ricorsi
fai Strada alla Legalità"

28 marzo 2018


Per informazioni »

CONVEGNO

I tributi
locali nel 2017

24 marzo 2017


Consulta la
Cartella Stampa
e gli Atti »

CODICE TRIBUTARIO

GIUSTIZIA TRIBUTARIA

ATTI DEL CONVEGNO

"VERIFICHE FISCALI :
manuale di sopravvivenza"




Consulta il materiale

CODICE ISBN:
9788860271068

ACQUISTA