Sulla definizione delle società a controllo pubblico, un ATTO DI INDIRIZZO del Ministero dell’Interno


Come è noto,  con  il decr. legisl. n.175/2016 è stato adottato il Test Unico  in materia di società a partecipazione pubblica, il quale ha subito  a sua volta alcuni interventi correttivi per effetto del decr. legisl. n. 100/2017, della Legge n. 205/2017 e della Legge n. 145/2018. A seguito dei dubbi interpretativi insorti nei tre anni dalla sua introduzione, la Direz. Gen. Fin. Loc. del Ministero dell’Interno, ha emanato un ATTO DI INDIRIZZO, con il quale l’Osservatorio sulla finanza e la contabilità degli enti locali, in data luglio 2019 ha fornito una proposta normativa ed un intervento interpretativo in relazione ad alcune disposizioni del Testo Unico, con riferimento in particolare alla definizione di “società a controllo pubblico”. L’art. 2, comma 1, lettera m) del decr. legisl. n. 175/2016 recita che per controllo pubblico deve intendersi la situazione descritta nell’art. 2359 del Cod. Civ, a mente del quale sono considerate controllate: le società in cui un’altra società dispone della maggioranza di voti esercitabili in sede di assemblea; le società in cui un’altra società dispone di voti sufficienti per esercitare un’influenza dominante in sede di assemblea; le società che sono sotto influenza dominante  di un’altra società  in virtù di particolari vincoli contrattuali. […]

Attenzione!
Per visualizzare il contenuto dell'articolo è necessario essere autenticati!

Per accedere fai click qui
Se non sei abbonato clicca qui per richiedere l'attivazione di un utenza

NOVITÀ

SEMINARIO

"Tra Corse e Ricorsi
fai Strada alla Legalità"

28 marzo 2018


Per informazioni »

CONVEGNO

I tributi
locali nel 2017

24 marzo 2017


Consulta la
Cartella Stampa
e gli Atti »

CODICE TRIBUTARIO

GIUSTIZIA TRIBUTARIA

ATTI DEL CONVEGNO

"VERIFICHE FISCALI :
manuale di sopravvivenza"




Consulta il materiale

CODICE ISBN:
9788860271068

ACQUISTA