Il pensionato non ha diritto alla esenzione ICI anche se continua a svolgere l’attività di coltivatore diretto


Il Comune di Spoltore ha impugnato la sentenza della CTR Abruzzo che aveva accolto l’appello di un contribuente in relazione ad un AVVISO DI ACCERTAMENTO ICI 2003 riconoscendo la esenzione sulla base dell’effettivo esercizio dell’attività di imprenditore agricolo svolta sia pure nella condizione di pensionato. Con i tre motivi a sostegno del ricorso per Cassazione, il Comune ha lamentato la violazione degli articoli 2 e 9 del d.lgs. n.504/1992 e 58 del d.lgs. n.446/1997 rilevando che la posizione di pensionato del contribuente fosse di ostacolo al riconoscimento dell’agevolazione, nonché vizio di ultrapetizione avendo la CTR accertato la conduzione diretta del terreno pur non essendo la circostanza dedotta nel giudizio introduttivo ed infine per avere la CTR ritenuto provata la conduzione diretta dei terreni sulla base della documentazione in atti contenente una sterile elencazione di una serie di documenti del tutto inidonei a provare tale circostanza. La Suprema Corte, SEZ V CIVILE, con la sentenza n. 14135/2017 ha ritenuto fondato il primo motivo ed assorbiti i rimanenti due, accogliendo il ricorso. E’ stata richiamata l’attenzione sul combinato disposto degli articoli 2 e 9 del d.lgs. n.504/1992 e 58 del d.lgs. n.446/1997 per effetto dei quali non si considerano edificabili quei terreni che, […]

Attenzione!
Per visualizzare il contenuto dell'articolo è necessario essere autenticati!

Per accedere fai click qui
Se non sei abbonato clicca qui per richiedere l'attivazione di un utenza

NOVITÀ

CONVEGNO

I tributi
locali nel 2017

24 marzo 2017


Consulta la
Cartella Stampa
e gli Atti »

CONVEGNO

IL BES NEL DEF

20 giugno 2017


Per informazioni »

CODICE TRIBUTARIO

GIUSTIZIA TRIBUTARIA

ATTI DEL CONVEGNO

"VERIFICHE FISCALI :
manuale di sopravvivenza"




Consulta il materiale

CODICE ISBN:
9788860271068

ACQUISTA