Il vincolo pertinenziale dell’immobile esclude l’ICI anche in assenza della dichiarazione


Un contribuente ha resistito al ricorso per Cassazione proposto da ROMA CAPITALE avverso la sentenza della CTR del Lazio relativa ad AVVISI DI ACCERTAMENTO ICI 2007/2008 per l’assoggettabilità ad imposta di un’area che il contribuente aveva ritenuto esclusa perché asservita al vincolo pertinenziale ai sensi dell’art. 2, comma 1, lettere a-b) del decr. legisl. n. 504/1992. La Suprema Corte, con l’Ordinanza della SEZ. VI CIVILE n. 18323/2017, pubblicata il 25 luglio 2017, ha ritenuto infondato il ricorso di ROMA CAPITALE, uniformandosi all’orientamento secondo cui “in tema di ICI, l’art. 2 del decr. legisl. n.504/1992, che esclude l’autonoma tassabilità delle aree pertinenziali, fonda l’attribuzione della qualità di pertinenza sul criterio fattuale e cioè sulla destinazione effettiva e concreta della cosa al servizio o ornamento di un’altra, senza che rilevi l’intervenuto frazionamento dell’area posta a servizio dell’edificio, avente esclusivo rilievo formale” per cui la sopravvenuta modifica catastale assume valore solo formale, anche se rimane a carico del contribuente l’onere di provare la presenza in concreto dei presupposti sui quali si fonda la qualità di pertinenza”. Nel caso di specie, la stessa Corte ha evidenziato che la sentenza impugnata ha approfondito in maniera precisa la sussistenza soggettiva ed oggettiva del vincolo pertinenziale e […]

Attenzione!
Per visualizzare il contenuto dell'articolo è necessario essere autenticati!

Per accedere fai click qui
Se non sei abbonato clicca qui per richiedere l'attivazione di un utenza

NOVITÀ

CONVEGNO

I tributi
locali nel 2017

24 marzo 2017


Consulta la
Cartella Stampa
e gli Atti »

CONVEGNO

IL BES NEL DEF

20 giugno 2017


Per informazioni »

CODICE TRIBUTARIO

GIUSTIZIA TRIBUTARIA

ATTI DEL CONVEGNO

"VERIFICHE FISCALI :
manuale di sopravvivenza"




Consulta il materiale

CODICE ISBN:
9788860271068

ACQUISTA